L’israelita: A scapito d’equivoci

È cominciato tutto con l’arrivo di quelli là… :

Quelli là” sono i cosiddetti “Eloh-im”. Nella Bibbia questo termine è erroneamente tradotto con “Dio”. Dico “erroneamente” perché la desinenza “-im”, in ebraico indica sempre una pluralità. Per fare un esempio italianizzato utilizzando il termine “La Plebe”, possiamo dire che il plurale della plebe (Plebei) in ebraico può essere resa col termine “Plebe-im”.

Poiché nessuno al mondo sa esattamente cosa significhi “Elohim”, lasciamo agli esegeti le loro interpretazioni incerte. Ciò che invece risulta certo e senza ombra di dubbio, è che il termine “Elohim”, qualsiasi cosa significhi, indica una pluralità di individui.

La traduzione con il termine singolare, non solo è un errore, ma è volutamente FALSA come dimostrato in:

Genesi 1,26:

E elohim dissero: «Facciamo l’adam col nostro zhelem…”

Genesi 3,22:

YHWH elohim disse allora: «Ecco l’adam è diventato come uno di noi…”

Genesi 20,13:

”Allora, quando Elohim mi fecero errare lungi dalla casa di mio padre…”

Genesi 31,53:

L’elohim di Abramo e l’elohim di Nacor siano giudici tra di noi…”

Esodo 22,19:

Colui che offre un sacrificio agli elohim, anziché al solo YHWH, sarà votato allo sterminio.

Esodo 23,13:

Farete attenzione a quanto vi ho detto: non pronunciate il nome di altri elohim; non si senta sulla tua bocca!

Esodo 23,24:

…tu non ti prostrerai davanti ai loro elohim e non li servirai…

Esodo 23,32-33:

Ma tu non farai alleanza con loro e con i loro elohim; essi non abiteranno più nella tua terra, altrimenti ti farebbero peccare contro di me, perché tu serviresti i loro elohim e ciò diventerebbe una trappola per te

Deuteron.   6,14:

Non andrete dietro ad altri elohim, fra gli elohim dei popoli che vi staranno attorno…”

Deuteron.  28,14:

“e se non devierai né a destra né a sinistra da alcuna delle cose che oggi vi comando, per seguire altri elohim e servirli.”

Deuteron.  32,17:

“Hanno sacrificato agli shedim che non sono elohim, a elohim che non avevano conosciuto, elohim nuovi, venuti da poco, che i vostri padri non avevano temuto.”

Numeri 25,2-3:

Esse invitarono il popolo ai sacrifici offerti ai loro elohim; e il popolo mangiò e si prostrò davanti ai loro elohim…”

Giosuè 24,2:

Giosuè disse a tutto il popolo: «Dice YHWH, elohim d’Israele: I vostri padri, come Terach padre di Abramo e padre di Nacor, abitarono dai tempi antichi oltre il fiume e servirono altri elohim”.

Giosuè 24,14-16:

“Or dunque temete YHWH, e servitelo con integrità e fedeltà; togliete via gli elohim i quali i vostri padri servirono di là dal fiume, e in Egitto, e servite YHWH. E se vi par mal fatto servire YHWH, scegliete oggi chi volete servire: o gli elohim i quali i vostri padri servirono di là dal fiume, o gli elohim degli Amorei, nel paese in cui abitate; quanto a me e alla casa mia, serviremo YHWH”. Allora il popolo rispose e disse: “Lungi da noi l’abbandonare YHWH per servire altri elohim!”

Proibendo a tutti il frutto che conduce all’eternità…:

Quelli là”, cioè gli elohim, dopo che l’adam e la sua donna mangiarono il frutto dall’albero della conoscenza, li scacciarono proibendo loro di nutrirsi anche del frutto dell’albero della lunga vita come si evince da:

Genesi 3,22:

“…Ora, egli non stenda più la mano e non prenda anche dell’albero della vita, ne mangi e viva sempre!

Ma poi qualcuno da solo discese dal cielo per ragionare con loro di ciò che sarà…:

Ad un certo punto, Elyon assegnò all’elohim di nome YHWH, non un popolo o una nazione, ma la famiglia di Giacobbe che in quel momento era sperduta nel deserto. YHWH, quindi, va a parlare con Giacobbe promettendogli che affidandosi alla sua guida, avrebbe avuto una discendenza potente e numerosa.

Deuteronomio  32,8-10:

“Quando Elyon diede alle nazioni la loro eredità, quando separò i figli dell’adam, egli fissò i confini dei popoli, tenendo conto del numero dei figli degli elohim.[1] Poiché la parte di YHWH è il suo popolo, Giacobbe è la porzione della sua eredità. Egli lo trovò in una terra deserta, in una solitudine piena d’urli e di desolazione. Egli lo circondò, ne prese cura, lo custodi come la pupilla dell’occhio suo.

[1] Nella Bibbia masoretica c’è scritto “figli d’Israele”. Lo stesso passo presente nei rotoli di qumran però, presenta la scritta “figli degli elohim”. Poiché i rotoli di qumran sono più antichi dei testi biblici, è evidente che la trascrizione successiva sia stata cambiata.

L’israelita… :

Il nome di Giacobbe fu poi cambiato da YHWH con un altro, cioè “Israele”.

Genesi 32,28:

Quello disse: Il tuo nome non sarà più Giacobbe, ma Israele, perché tu hai lottato con elohim e con gli uomini e hai vinto.”

Genesi 35,10:

«…Tu non sarai più chiamato Giacobbe, ma il tuo nome sarà Israele». E lo chiamò Israele.

L’israelita ha nelle mani la tua vita… governeranno il mondo prestando a debito e renderanno conto soltanto a me…:

L’israelita non è specificatamente l’ebreo, il giudeo o l’israeliano, ma è un discendente della famiglia di Giacobbe. Se è vero che il sistema di controllo attuale è interamente basato sulla finanza, i giacobiti lo devono solo a YHWH, il quale lo insegnò agli israeliti del tempo.

Esodo 22,24:

Se tu presti denaro a qualcuno del mio popolo, all’indigente che sta con te, non ti comporterai con lui da usuraio: voi non dovete imporgli alcun interesse.

Esodo 23,31:

ti consegnerò in mano gli abitanti della terra…

Deuteronomio  15,2-3:

“ogni creditore che detenga un pegno per un prestito fatto al suo prossimo, lascerà cadere il suo diritto: non lo esigerà dal suo prossimo, dal suo fratello, poiché è stata proclamata la remissione per YHWH. Potrai esigerlo dallo straniero; ma quanto al tuo diritto nei confronti di tuo fratello, lo lascerai cadere.”

Deuteronomio  15,6:

“Quando YHWH, tuo elohim, ti benedirà come ti ha promesso, tu farai prestiti a molte nazioni, ma non prenderai nulla in prestito. Dominerai molte nazioni, mentre esse non ti domineranno.”                                                                                       

Deuteronomio  23,20-21:

“Non farai al tuo fratello prestiti a interesse, né di denaro né di viveri né di qualunque cosa che si presta a interesse. Allo straniero potrai prestare a interesse, ma non al tuo fratello…”

Deuteronomio  28,12-13:

“…presterai a molte nazioni, mentre tu non domanderai prestiti. YHWH ti metterà in testa e non in coda e sarai sempre in alto e mai in basso, se obbedirai ai comandi di YHWH”

Deuteronomio  28,44:

Egli farà un prestito a te e tu non lo farai a lui. Egli sarà in testa e tu in coda.”

Proverbi  22,7:

Il ricco domina sul povero e chi riceve prestiti è schiavo del suo creditore.”

Proverbi  22,26-27:

“Non essere di quelli che danno la mano e si fanno garanti dei debiti altrui, perché, se poi non avrai da pagare, si dovrebbe togliere il letto di sotto a te.”

Gentili sono gli altri, come il tuo gemello Esaù…:

“Gentile” significa “straniero, estraneo”. Infatti, nonostante Esaù fosse il fratello gemello di Giacobbe, risultava per gli israeliti un estraneo al patto che YHWH fece con Giacobbe. Come abbiamo visto, a YHWH fu assegnata solo la discendenza a partire da Giacobbe in giù, cioè gli israeliti. Esaù pertanto dovette abbandonare la sua famiglia diventando così un nemico.

Genesi 36,6:

“Poi Esaù prese con sé le mogli, i figli e le figlie e tutte le persone della sua casa, il suo gregge e tutto il suo bestiame e tutti i suoi beni che aveva acquistati nella terra di Canaan e andò in una regione lontano dal fratello Giacobbe.”

Ecco! Arriva l’israelita con il patto tra le dita…:

L’elohim YHWH fece un patto con Giacobbe e col tris-nipote Mosè rivelando che la loro discendenza avrebbe avuto in eredità tutta la Terra come si può leggere nei seguenti passi:

Genesi 28,13-15:

Ed ecco YHWH stava in cima ad essa e gli disse: «Io sono YHWH, elohim di Abramo tuo padre ed elohim di Isacco; la terra sulla quale tu sei coricato la darò a te e alla tua discendenza; e la tua discendenza sarà come la polvere della terra, e tu ti estenderai a ovest e a est, a nord e a sud; e tutte le famiglie della terra saranno benedette in te e nella tua discendenza.

Esodo 19:3-5:

Poi Mosè salì verso gli elohim; e YHWH lo chiamò dal monte, dicendo: «Così dirai alla casa di Giacobbe e questo annuncerai ai figli d’Israele:”Voi avete visto ciò che ho fatto agli Egiziani, e come io vi ho portato su ali d’aquila e vi ho condotto da me. Or dunque, se darete attentamente ascolto alla mia voce e osserverete il mio patto, sarete fra tutti i popoli la mia proprietà, poiché tutto il territorio è mio.

Conclusione

I semiti sono i discendenti di Sem, figlio di Noè; pertanto né i fratelli Cam e Jafet, né Noè stesso erano semiti. Da Sem in giù sono tutti semiti ma non ebrei, questi ultimi infatti possono essere chiamati tali solo da Ever in poi. Ad un certo punto si arriva a Giacobbe che cambierà il nome chiamandosi Israele. Questo lo renderà il capostipite degli Israeliti, cioè la linea di sangue affidata a YHWH come si può vedere dal seguente schema:

Da notare che gli Israeliti, per ordine di YHWH, combattevano continuamente contro Madianiti, Edomiti, Amalechiti, Moabiti e Ammoniti, cioè fratelli, zii, nipoti e cugini e spesso gli ordini erano quelli di “sterminarli tutti” compresi anziani, donne e bambini. Questo significa che si ammazzavano tra di loro, semiti contro semiti ed ebrei contro ebrei per ordine di uno che non era né semita né ebreo, cioè YHWH. Questo video di fantasia, mostra un ipotetico discendente di Giacobbe che finanzia e/o ricatta i potenti del momento a proprio vantaggio.

CfF

Scroll Up